Autoisolamento: sulla febbre da cabina

Pubblicato il 01 gen, 1970, Categoria: Consigli

Durante questo difficile periodo di pandemia globale, sempre più persone stanno trovando il modo di lavorare e vivere a distanza. Le cabine di legno su misura si sono rivelate un'ottima soluzione per l'autoisolamento, specialmente in Europa e Nord America. Sia che si presentino sotto forma di case di tronchi in legno lamellare completo, cabine di tronchi standard o come uffici in giardino - Le cabine di legno sembrano essere un ottimo modo per creare uno spazio isolato. Possono garantire la privacy, migliorare la produttività e la sicurezza degli oggetti legati al lavoro.

Tuttavia, c'è un argomento che poche fonti coprono durante questa pandemia globale - la febbre da cabina. È un termine che molti di noi hanno sentito, ma che probabilmente non hanno mai sperimentato o incontrato. Così, in questo post, noi di Eurodita abbiamo deciso di presentarvi la febbre da cabina: cos'è, quali sono i sintomi e come è arrivata a chiamarsi in questo modo.

Cos'è la febbre da cabina

Nei termini più comunemente accettati, la febbre da cabina è un'irritabilità o irrequietezza angosciante e claustrofobica che viene invocata dall'essere bloccati in un luogo isolato per lunghi periodi di tempo. I migliori esempi sono i sottomarini, l'isolamento e le baite remote - da cui deriva il nome. Si pensa che il nome abbia avuto origine da persone che vivevano in condizioni invernali fredde e difficili, in capanne o comunità isolate.

Anche se direttamente causata dall'isolamento, la febbre da cabina può colpire gli individui, così come i gruppi di persone. Il fattore chiave è l'isolamento da una più ampia socializzazione e dall'aria aperta.

Quali sono i sintomi 

Soggiornare da soli in cabine remote, fatte su misura o case mobili personalizzate può essere una sfida. Questo è vero per i singoli individui, così come per le famiglie e i gruppi di persone. Questo è il motivo per cui gli specialisti della salute avvertono sempre di fare attenzione ai sintomi, in modo che le risposte adeguate possano avvenire. Questi sintomi possono variare tra le persone e nella loro gravità, ma generalmente includono irrequietezza, impazienza, stress costante, agitazione, alta irritabilità. Su spirale più verso il basso, la febbre da cabina può anche causare letargia, tristezza costante, un senso di disperazione, diminuzione della motivazione, sfiducia negli altri intorno a voi, mancanza di concentrazione. Su una nota più fisica, la febbre da cabina può anche influenzare il sonno, indurre voglie anormali di cibo e cambiamenti di peso.

Mentre ci si auto-isola, è sempre importante osservare questi sintomi, in se stessi e negli altri intorno a sé. Vivere in spazi ristretti senza la possibilità di lasciare la sicurezza della casa di tronchi può essere scoraggiante e influenzare seriamente la salute mentale. Il fatto che l'inverno stia arrivando e le giornate stiano diventando più scure nell'emisfero settentrionale porterà sicuramente ancora più sfide per la salute della mente.

Come curare la febbre da cabina

Prima di tutto, è importante notare che la febbre da cabina non è una "malattia" ufficialmente riconosciuta. Pertanto, non ci sono medicine o cure rigorose per essa. Tuttavia, gli psichiatri di tutto il mondo sono molto consapevoli dei sintomi e li prendono molto sul serio.

La cosa principale da fare è, non importa quali siano le condizioni (a meno che non siano pericolose per la vita, ovviamente), uscire e interagire con la natura. Questo è particolarmente importante per le persone che si isolano in casette di legno su misura veramente remote e case con travi in legno lamellare. Prendetevi il tempo di uscire ogni giorno, se possibile, anche per una semplice passeggiata. Questo permetterà alla vostra mente di capire che non è chiusa dentro e continuerà a funzionare normalmente.

In termini più generali, e per le persone che si auto-isolano in uffici e stanze da giardino, il consiglio è il seguente: avere una routine di ogni giorno. Stabilire degli obiettivi per periodi di tempo e lavorare per raggiungere questi obiettivi. Avere una routine di esercizio anche minima per ogni giorno e mangiare sempre a intervalli regolari. E infine - e questo è importante per tutti - non lasciate che la vostra mente vi faccia degli scherzi. Tenete occupato il vostro cervello. Se il lavoro non è sufficiente, scegliete un hobby che richiede sfide mentali. In questo modo, non ti concentrerai sulla claustrofobia e piuttosto impegnerai il tuo cervello in attività più produttive.

Pensieri finali

Che siate bloccati in case con travi in legno lamellare o in stanze da giardino, prendetevi cura di voi stessi. La febbre da cabina è una condizione che si insinua lentamente. Eppure ci sono modi relativamente semplici per mitigarla. Questa pandemia ha avuto un impatto su tutte le nostre vite - Eurodita inclusa. Tuttavia, anche lavorando da casa, abbiamo incoraggiato noi stessi e gli altri intorno a noi a rimanere al sicuro, in salute e a tornare al lavoro con una mente e un corpo sani e salutari. Speriamo di poter aiutare in qualsiasi piccolo modo, che sia un breve post sulla febbre da cabina, o piani di case in legno lamellare per isolarsi in sicurezza.